Ricerca del Dott. Giovanni Saitto, pubblicata sul libro ” La Capitanata, fra briganti e piemontesi”

Note introduttive di Domenico Iannantuoni

Di seguito l’elenco, in ordine alfabetico, degli insorgenti ( cosiddetti briganti, secondo l’agiografia risorgimentale ) “giustiziati”, nei primi anni successivi all’unità, in terra di Capitanata o ivi definitivamente catturati e poi giustiziati in altra provincia.

La ricerca del Dott. Saitto è veramente encomiabile per la dovizia di dati raccolti inerenti le generalità delle vittime, sulla loro provenienza e sul luogo dell’esecuzione.

Certo questo elenco di ca. cinquecento insorgenti non può considerarsi esaustivo, giacchè il numero complessivo dovrebbe superare le duemila unità ( nella sola Capitanata!) secondo altri ricercatori attualmente impegnati in tali studi, ma è comunque un buon inizio per ricostruire la nostra memoria storica.

Ringraziamo per questo l’autore che ci ha consentito di pubblicare questo stralcio del suo libro, peraltro già da noi recensito.

Scorrendo l’elenco molti nativi della Capitanata riconosceranno i propri parenti dei quali non si seppe o non si volle sapere più nulla.

Ma l’occhio non potrà non cadere sulle date delle esecuzioni, alcune troppo vicine a quella dell’unità. Quando infatti leggiamo maggio,giugno o luglio del 1861, non possiamo non pensare a ragazzi sbandati o renitenti alla nuova leva. Quando poi si ritrovano nomi di ragazze, di giovani fanciulle . . . non possiamo che INORRIDIRE! ed esclamare:

– Quella sì, degli invasori piemontesi, fu vera negazione di Dio eretta a forma di governo!-

Riprendiamo a questo punto un passo di “Per chi suona la campana”, lo riteniamo utile………” tutte queste vittime non sono mai state ricordate. Non c’è un solo cimitero in tutta Italia, non una via, un vicolo, che riporti con una semplice lapide al ricordo di questi giovani pur italiani tra gli italiani . .

A tutti loro vanno i rintocchi della campana.

Elenco(parziale) degli insorgenti fucilati in terra di Capitanata

N.B. Casalnuovo è attualmente Casalnuovo Monterotaro